Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link Continua

Il Mausoleo della Bela Rosin a Torino

4 artisti, 4 storie, 4 moduli espressivi, 4 legami con il territorio piemontese.

Sabato 23 aprile a Torino presso il Mausoleo della Bela Rosin in Strada Castello di Mirafiori, 148/7 alle ore 16,30 si è inaugurata la Mostra “Racconti d’Arte”, organizzata dall’Associazione Culturale “Orizzonti Contemporanei”, promossa dal circuito Biblioteche Civiche Torinesi con il supporto operativo di Alhena Editore.

Nel corso della presentazione è intervenuto il critico Enzo Nasillo per rimarcare come questi quattro Racconti d’arte siano in realtà delle vere e proprie metafore dell’esistenza stessa.

"La poetica pittorica di quattro artisti della contemporaneità recita il sottotitolo": si tratta di Antonio Cotroneo, Paula Ciobanu Mariut, Gigi Robiola e Tiziana Inversi il cui operato si dimostra essere attuale più che mai.

Se Antonio Cotroneo, scomparso il 12 aprile dell’anno scorso, ha avuto i natali a Milano (dove ha svolto la maggior parte della sua attività) ma nel Piemonte ha trovato la sua terra adottiva durante l’ultima parte della sua esistenza, Paula Ciobanu Mariut dalla nativa Romania è nel capoluogo sabaudo che opera come artista da più di dieci anni, così come Tiziana Inversi che a Torino è nata ed opera. Gigi Robiola, piemontese di nascita, torna con la sua arte ad esporre a Torino, da lungo tempo città d’elezione, dopo una prestigiosa parentesi creativa in terra di Spagna, dove figura come uno degli artisti viventi italiani più apprezzati.

 

Racconti d’arte - La poetica pittorica di quattro artisti della contemporaneità

Presentazione critica di Enzo Nasillo

A cura di Orizzonti Contemporanei

Dal 23 al 29 aprile 2016

Mausoleo della Bela Rosin – Strada Castello di Mirafiori, 148/7 – Torino

Orari: da mercoledì a domenica. Mattino: 10.00-12.00. Pomeriggio: 15.30-19.30.

Ingresso libero.

  •  

    Ad Acqui Terme il critico Enzo Nasillo presenta la Mostra personale di Daniela Rosso

    Daniela Rosso (Prin) ed il critico Enzo Nasillo

    Venerdì 11 marzo, presso i locali del Ristorante Marechiaro in via San Francesco d'Assisi, 21 (distante pochi passi dal Teatro Alfieri) a Torino, si è tenuto il vernissage della Mostra "Attimi di colore" della piemontese Daniela Rosso, la quale firma le proprie tele con lo pseudonimo di Prin.

    Reduce del successo della precedente esposizione, ospitata in autunno nelle sale di Palazzo Chiabrera ad Acqui Terme, l'artista ha riproposto una campionatura soggettistica altamente esaustiva di quelli che sono i suoi àmbiti di ispirazione e di interesse.

    Nel corso della affollata presentazione il dott. Enzo Nasillo ha raccontato al pubblico come l'artista sappia catturare, imbrigliandoli, quegli istanti che essenzializzano un'emozione che altrimenti sarebbe fuggevole, transeunte e facilmente dimenticata.

    Dal paesaggio, da cui la Rosso trae le proprie radici, ai soggetti floreali, passando per l'omaggio ai grandi del passato, la sua tavolozza è andata via via accogliendo temi legati al mondo della danza, del ballo, dello spettacolo, dell'esibizione musicale performante, scegliendo di privilegiare in un quadro quell'attimo, appunto, che caratterizza il tutto.

    La Mostra è visitabile fino al 15 aprile.

    Orizzonti Contemporanei è un'associazione senza scopo di lucro che ha come finalità la promozione della creatività sotto le sue diverse forme. Sostiene e supporta la cultura intesa come patrimonio umano condiviso e la diffonde attraverso la comunicazione,
    tanto per mezzo della carta stampata, quanto veicolandola tramite la rete.

    Cultura

    Editoria

    Rubriche

    Calendario 2022