Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link Continua

Edoardo Bennato

Mentre in questi giorni si parla di lui a proposito dell’uscita del quarantesimo album intitolato “Pronti a salpare”, i più non sanno che Edoardo Bennato coltiva da diverso tempo e con rilevante successo anche la passione per l’arte visiva, fin da quando frequentava la Facoltà di Architettura a Milano.

Gran parte delle copertine dei dischi pubblicati sono state disegnate da Bennato stesso, il quale considera l’arte alla stregua della musica, ossia una maniera per comunicare i temi che gli stanno più a cuore in un determinato momento.

Da tale concezione è nata la mostra intitolata “In cammino”, ospitata dal padiglione di Eataly alla fiera di Milano e terminata con la chiusura dell’Expo. Il filo conduttore dei quadri esposti è stato quello delle migrazioni che interessano il pianeta, tema oggi attuale più che mai.

Ma il cantante partenopeo si è sempre dichiarato aperto alle contaminazioni fra l’arte prodotta dalle note e quella scaturita dai colori. Nel maggio del 2003 aveva aderito insieme a Mimmo Rotella alla sesta edizione de “Il colore della musica” presso Palazzo Durini a Milano, dove si è potuto assistere ad un interessante parallelismo fra i dipinti di Bennato e le “Rotella variations”, poemi fonetici con la voce dell’artista di Catanzaro conosciuto in tutto il mondo per i suoi décollage.

Marisa Laurito

Marisa Laurito, conosciuta al grande pubblico per la sua presenza televisiva in veste di conduttrice di programmi, di interprete in ruoli cinematografici marginali e di attrice teatrale (avendo esordito giovanissima nella compagnia capitanata da Eduardo De Filippo), coltiva una parallela passione per l’arte da diversi anni, così come sta accadendo per un numero sempre più elevato di donne e di uomini dello spettacolo, della politica e della musica, insospettabilmente affezionati utilizzatori dei pennelli.

Dopo la personale romana dello scorso anno intitolata “Last Paradise”, fino all’11 ottobre espone i vasi da lei modellati nella Galleria Berengo di Venezia, in una Mostra dal nome “Corpi estranei”: la Rassegna consta di 30 pezzi, 20 fatti in silicone, mentre i restanti 10 sono di cristallo, cui l’ex show girl di “Quelli della notte” ha voluto con i suoi interventi di materia e di colore conferire anche significati dalla matrice etnico-sociale.

Quello della Laurito pare non essere un mero interesse di stampo hobbistico, visto che è da molto tempo che si cimenta sul mercato come pittrice ed autrice di sculture, riscuotendo apprezzamento da un mondo completamente diverso rispetto all’audience del piccolo schermo di quando cantava “Il babà è una cosa seria”.

Orizzonti Contemporanei è un'associazione senza scopo di lucro che ha come finalità la promozione della creatività sotto le sue diverse forme. Sostiene e supporta la cultura intesa come patrimonio umano condiviso e la diffonde attraverso la comunicazione,
tanto per mezzo della carta stampata, quanto veicolandola tramite la rete.

Cultura

Editoria

Rubriche

Calendario 2020