Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link Continua

Copertina DeMare

Con “Le parole sono complemento d'emozione” Iolanda De Mare ritorna da protagonista sulla scena editoriale, grazie ad un volume che racchiude e condensa la sua effettiva caratura operativa, ossia quella di rendere fruibile ciò che sfugge alle mere coordinate dei cinque sensi e, di conseguenza, alla maggior parte delle persone.

Corroborata da una forza d’animo e da un attento e disinteressato amore verso quanto ci circonda, l’autrice evidenzia nel contempo quelle che sono le umane nequizie, stigmatizzandole parimenti con la comprensione ed il rigore di chi intimamente sa -parafrasando l’incontro di Dante Alighieri nel “Paradiso” con il suo avo Cacciaguida- “di essersi fatta parte per se stessa” lungo tutto l’arco temporale della propria tumultuosa esistenza, vissuta in costante salita.

Nondimeno, tolleranza, comprensione, perdòno divengono elementi imprescindibili della poetica della scrittrice, essendo essi stessi ingredienti pervasivi del suo vivere quotidiano, speso nel sostegno e nella diffusione di costruttivi progetti culturali dalla matrice squisitamente filantropica.

Scorrendo le pagine di questa pubblicazione è dato di apprezzarne il tridente espressivo, costituito da narrazione, arte visiva e poesia.

Rilasciate alla stregua di una vera e propria sequenza di distillati lirici, artistici e lessicalmente descrittivi, le parole, nella loro pervadente fragranza, assurgono al rango di memoria da condividere, di analisi critica, di immaginifica struttura per sognare, di omaggio affettivo, di sublimazione del male ricevuto, di costruttiva propositività, decantate e distillate alla maniera di un vero e proprio “complemento d'emozione”, non codificato dai manuali di analisi logica, ma da Iolanda De Mare inteso come delle linee-guida per apprezzare e gustare quelle che sono le innumerevoli sfaccettature dell’animo umano.

Luisa Andriano

“Volteggiando tra realtà e fantasia” segna il ritorno, a distanza di vent’anni, di Luisa Andriano sulla scena editoriale.

Al tempo stesso articolata e semplice, con 57 poesie e 5 brevi racconti la pubblicazione accoglie e raccoglie quello che è l’afflato lirico di una donna romanticamente propensa a porre in risalto le componenti gratificanti dell’esistenza a discapito delle incombenti brutture che troppo spesso sembrano avere la meglio nella contemporaneità.

Quella dell’artista torinese è un’operazione creativa che tende a riposizionare nella giusta luce, servendosi di un linguaggio nitido ed immediato, quanto in natura esiste già, ma che troppo spesso, per disattenzione, per carenza di sensibilità, o per trascuratezza viene sempre più dimenticato.

Il volume stabilisce così un parallelismo fra quanto Luisa Andriano scrittrice esprime con la penna e ciò che la stessa da molti anni veicola con il colore, dando non solo vita, ma al tempo stesso forza ed incisività, a microcosmi fatti di piccole gioie, di mai sopite speranze, di costruttivi propositi, ma anche di dolore, di stigmatizzazione verso le umane nequizie, di rimpianti, da lei sempre considerati come aspetti negativi necessitanti di una trasformazione in positivo.

I suoi versi e la sua prosa conducono il lettore ad addentrarsi in una condizione dell’esistenza paradigmatica, fatta di aspirazioni che si scontrano con la vita di tutti i giorni, di sogni che si trovano a confliggere con le avversità della sorte, di speranze mai domate dalle complicazioni che quotidianamente sopraggiungono, sempre in bilico “Tra realtà e fantasia”.

Orizzonti Contemporanei è un'associazione senza scopo di lucro che ha come finalità la promozione della creatività sotto le sue diverse forme. Sostiene e supporta la cultura intesa come patrimonio umano condiviso e la diffonde attraverso la comunicazione,
tanto per mezzo della carta stampata, quanto veicolandola tramite la rete.

Arte

Cultura

Rubriche

Calendario 2018